EXHIBITIONS
PUBLICATIONS
2012
2004
A4GOD
UV - UltraViolento
RED WINE & GREEN
Pomo
Le Dictateur, Milano
IUAV, Venezia
MERGING
NUSIGN 2.4
Ginko Press
2011
Parigi, Galleria Artcore
BLACKNUSS
PERFECT WEIGHTS
ROMAMSTERDAM
Blacknuss
Slam Jam · Fuori Salone, Milano
Museo di Roma, Trastevere
LETTERING
NOW UNDERGROUND
Linksbooks
ALESSANDRO MAIDA
2010
Stazione Centrale, Milano
EUROPEAN GRAPHIC DES.
BACK TO BLACK
62 NYC vs WHYSTYLE
Daab Gmbh
Museo Madre, Napoli
Studio Camuffo, Venezia
THE SKULLS OF ROME
ANIMAL FACTORY
Drago
2009
Galleria dArte Mascherino, Roma
WHYSTYLE, DIRT DON’T HURT
OSCURO SCRUTARE
Drago
Galleria P. Armocida, Milano
2003
URBAN
TEACH ME
HANDMADE
Alessandro Maida, è nato nel 1968.Vive e lavora a Roma.
Museo Madre, Napoli
Centro Candiani, Mestre
Ginko Press
30% ACRYLICO
CLUBSPOTTING 3.0
Via Oreste Salomone 23/a - 00177 Roma
2008
Museo di Roma, Trastevere
Happy Books Ed.
alessandromaida.com
KNOW SEES TELLS ALL
PLAYGROUND
IZASTIKUP
am@alessandromaida.com
Carhartt Store, Milano
Roma, Galleria Mascherino
Drago
(+39) 345.31.52.000
SCALA MERCALLI
RED WINE & GREEN
Auditorium Parco Musica, Roma
2002
Sugo & Happy Books Ed.
DIRT DON’T HURT
TRICKS
ROMAMSTERDAM
Romberg Gallery, Roma
Roma, Palazzo delle Esposizioni
Intellectus Agens & XisterStudio
NOW UNDERGROUND
2005
Drago
ON THE WAY OF MIXED MEDIA
PROPAGANDA
Chiostri di S. Domenico, R. Emilia
Drago
URBAN EDGE SHOW
PLAYGROUND
Spazio P4, Milano
WhyStyle prod.
RUMORE NERO, 2012
·
China nera su carta da pacchi, 100x150cm
·
UV - UltraViolento, 2012
·
Stampa diretta su carta fluorescente, 70x100cm
·
Da principio, almeno per quanto riguarda la generazione dei TQ, è stata l’estetica pulp.
Quel filone letterario e cinematografico che abbiamo ampiamente apprezzato nei Novanta,
fatto di simpatiche e surreali violenze. Più in generale, la violenza è diventata oltremodo
parte del nostro quotidiano, spesso e volentieri spettacolarizzata e conseguentemente
resa digeribile. Più che destabilizzare, la violenza rassicura, stabilendo dei relativi negativi
lontani da noi a conferma della nostra sostanziale quiete. Lo conferma a tal punto da
diventare noiosa o scarsamente riconoscibile. Questo avviene perché ogni espressione,
anche la più marcatamente innaturale o sanguinolenta, ha già trovato uno spazio nel
nostro immaginario, si è radicata in un territorio comune.
Più probabilemente, i maggiori effetti stranianti li riceviamo dalle nostre visioni individuali,
da quei punti di vista che difficilmente riusciamo a esplicitare e condividere. Di fondo, è
di oscurità che abbiamo bisogno per cogliere e filtrare qualcosa di inedito per quanto
sgradevole. Provando a sostituire la luce diretta dei riflettori, quella che normalmente
cade sulle esperienze pubbliche e comuni, con il buio dei nostri contesti personali,
saremmo in grado di avere delle visioni inedite, di provare una violenza - con tutto quello
che comporta- più autentica.
UV- Ultra Violento, è il collettivo formato da AM, MK, GDS e TK. E’ l’indagine sofferente
di una violenza più intima e trattenuta. Una maniera per mettere in discussione, per
vedere sotto una nuova luce, le nostre opinioni consolidate sulle tradizioni più profonde,
sulla giustapposizione tra elementi, sulla forza e l’ambiguità degli ornamenti, sul corpo
come luogo di lettura del reale.
Un’esperienza violenta, quanto necessaria.
Davide Giannella
Eschatology, 2012
·
Ferro 40/10, 20x36cm
·
FINE DI UN SOGNO, INIZIO DI UN INCUBO, 2011
·
Fotografie, Stampa su carta baritata, 40x30cm
·
PERFECT WEIGHTS, 2011
·
Prisma, Alluminio fresato, serie di 10 pezzi, lavorazione in CNC
·
Fotografie, Stampa diretta su alluminio, 70x100cm
·
pesi perfetti
peso che fissa il caso
urlo dell’attrito
alchimia della lega metallica
perfezione della macchina che scolpisce in modo sistematico,
geometrico e matematico
la materia.
E’ la scultura di domani, di oggi.
E’ la magia della serie, della duplicazione,
della moltiplicazione biblica in chiave industriale.
solido sostantivo
o
aggettivo e poligonale
la superficie descritta e descrivibile:
il foglio
area che definisce i limiti del segno
ma talvolta è
necessario porre
un punto
che definisca un insieme o che semplicemente neghi il movimento per archiviare
per definire.
Perché il caos
voragine senza fine, sterminata e nera
è un compagno scorretto da rinchiudere
(G.D.S.)
UNKNOWN, 2010
·
Olio su Tela, 120×175
·
Olio su Legno, 43x60cm
·
Olio su Tela, 160×180
·
Olio su Legno, 68x68cm
·
“Che sposa se stesso e si autofeconda, che un dì partorisce e con il suo veleno stermina
gli esseri viventi.“
OSCURO SCRUTARE, 2009
·
Hermes, Il Drago. China su carta, 70x100cm
·
Lapis, China su carta, 35x42cm
·
Ab Uno, China su carta, 35x42cm
·
Il titolo della mostra, che prende spunto dalla traduzione del titolo A Scanner Darkly
romanzo di Philip Dick pubblicato nel 1977, è in realtà una indagine sulla sensazione
e la fascinazione che si prova di fronte a ciò che è sfuggente perchè criptico e sibillino.